All Naturelle

ANTI FATIGUE AMPOULE SHEET MASK PINEAPPLE AND 1% VITAMIN C – GARNIER SKINACTIVE

4 commenti

circa €4,95 per 15g

INCI:

Aqua / Water, Glycerin, Hydrogenated Starch Hydrolysate, Propanediol, Dipropylene Glycol, Pentylene Glycol, Ascorbyl Glucoside, Alcohol, Ananas Sativus Fruit Extract/Pineapple Fruit Extract, Caprylyl/Capryl Glucoside, Citric Acid, Citrus Junos Fruit Extract, Dipottasium Glycrrhizate, Hydroxy-Acetophenone, Hydroxyethylcellulose, Maltodextrin, Panthenol, Potassium Hydroxide, Sodium Citrate, Sodium Hyaluronate, Sodium Phytate, Xantham Gum, Parfum/Fragrance (F.I.L C263435/2).

INFO PRODOTTO:

Maschera in Tessuto Illuminante ad alta concentrazione di attivi (1% di Vitamina C) e superfood (Estratto di Ananas).

La Vitamina C aiuta ad illuminare e a restituire alla pelle un aspetto sano e radioso. EFFICACIA PROVATA in 5 minuti*: la pelle risulta più radiosa, ri-energizzata e riposata. Provala anche dopo aver fatto le ore piccole, prima di un appuntamento speciale o quando hai bisogno di un boost.

ESPERIENZA PERSONALE:

Ben tornate/i sul blog!
Stavo per pubblicare una recensione a proposito di 3 creme viso ma ho cambiato idea, oggi parliamo di maschere viso.

Maschera in tessuto perché le preferisco così, e di Garnier (avete già i brividi, lo so), che si sta impegnando nella creazione di cosmetici green.

Ho acquistato questa maschera perché volevo capire in che modo si distingue dalle normali maschere in tessuto, a prima vista sembrerebbe più concentrata. Poi sulla bustina ho letto “new vegan” e non ho esitato oltre per l’acquisto.

Allora: no, è una normalissima maschera in tessuto. A differenza di molte, il tessuto non è “spesso” e spugnoso ma è sottile come una velina, molto intriso di siero ed estremamente aderente. La sagoma non è esagerata, si adatta piuttosto bene e non avanzano pezzi di tessuto che penderebbero di qua e di là.

La profumazione è piacevole, fruttata, e il siero è appiccicoso e denso. La formula è di tutto rispetto!

Gli ingredienti sono quasi tutti verdi, ad eccezione di un paio di condizionanti cutanei, un antiossidante e uno stabilizzante di emulsione che, invece, sono gialli. L’unico attivo vegetale è l’estratto di ananas, anche se compaiono in quantità minime un estratto di liquirizia, sodio ialuronato e lo Yuzu, che ho visto essere un agrume originario del Giappone.

E’ chiaro che la formula sia scarna, ma a noi interessa anche la resa, giusto? Le maschere in tessuto sono una coccola su pelle secca e disidratata, perché permettono alla pelle di “bere” il siero nel quale sono imbevute e la pelle ritrova elasticità, un aspetto turgido, compatto e luminoso. In questo senso, queste maschere sono quindi tutte uguali; non si può dire che questo prodotto non svolga la sua funzione. Ho notato che, rispetto ad altre opzioni, questo siero rimane appiccicoso sulla pelle, lascia uno strato lucido ad effetto specchio che a molte potrebbe risultare sgradito.
A me non è dispiaciuto: specie nelle giornate calde, faccio ormai fatica a sopportare le creme sul viso. Eppure la pelle si secca e si disidrata, quindi ho bisogno di intervenire.
Alla sera, non risciacquo il siero rimasto sul viso dopo questo trattamento, applico una crema contorno occhi e labbra e qui mi fermo. Al mio risveglio ho la pelle liscia e radiosa. La crema la applico in occasioni successive, ovviamente.

Io sfrutto al massimo il trattamento e mi concedo 1 ora di maschera, indipendentemente dalle tempistiche suggerite sulla bustina.

RAPPORTO QUALITA’ – QUANTITA’ – PREZZO:

Lo noterete man mano che pubblicherò tutto il mio materiale, ma mi sto concentrando parecchio su Garnier in tema di maschere in tessuto. Sulla resa, non hanno nulla da invidiare a marchi più green e apprezzati dalle beauty blogger e il costo è parecchio più conveniente, consente di fare scorta!

Cosa ne pensate delle proposte di Garnier?

4 thoughts on “ANTI FATIGUE AMPOULE SHEET MASK PINEAPPLE AND 1% VITAMIN C – GARNIER SKINACTIVE

  1. Io ho sempre preferenza per i prodotti in crema, ma probabilmente perchè avendo bisogno di un prodotto purificante la sensazione di lavare via l’unto mi concede più soddisfazione.
    E direi che sono con te nel promuovere marchi economici, di facile reperibilità che magari non scelgono ingredienti green proprio per etica, ma più per mercato, alla fine se la domanda lo richiede è giusto offrire ai consumatori ciò che preferiscono.
    E diciamocelo, uscire con 59382857840 linee nuove di prodotti ecobio ogni stagione, non è lo stesso una grande attitudine da filosofia ambiente, rispetto, natura e cotillons……

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.